SEO per e-commerce: 5 errori da evitare

e-commerce SEO
26 Apr

SEO per e-commerce: 5 errori da evitare

Fare SEO è dannatamente stimolante per noi  SEO Specialist che a questa attività stiamo dedicando la nostra vita lavorativa.

Ma è anche un lavoro estremamente difficile che necessita di un insieme di competenze strategiche e tecniche complesse da declinare a seconda della tipologia di sito web che ci si trova ad affrontare.

L’ottimizzazione di un portale di e-commerce, ad esempio, ha criticità differenti rispetto ad un sito editoriale.

Qui di seguito, ho individuato 5 errori davvero comuni in cui si incappa spesso sui siti di compra-vendita elettronica… e che andrebbero evitati come la peste per ottenere un buon posizionamento e maggiori possibilità di generare traffico e conversioni.

  1. Incoerenze a livello di internazionalizzazione: avete mai dovuto sistemare la situazione di un e-commerce multilingua e multi-country? Non è semplice, soprattutto quando c’è incongruenza tra l’edizione del sito e il Paese di provenienza della ricerca. Ad esempio, quando la versione Inglese UK si posiziona in Australia, sebbene esista anche una versione apposita di Inglese australiano;
  2. Homepage di categoria: le homepage di categoria dovrebbero essere strutturate tenendo conto della loro importanza in termini SEO. Troppo spesso, invece, vengono organizzate soltanto sulla base di considerazioni logistiche, di comunicazione o usabilità;
  3. Povertà dei contenuti: è sbagliato, anche nei siti di e-commerce, limitare il testo a poche righe o alle schede prodotto. Il contenuto è essenziale, com’è ormai risaputo, in particolare nelle pagine più strategiche in ottica SEO, ad esempio le homepage di categoria, già citate sopra;
  4. Contenuto duplicato: quando si ha una vasta gamma di prodotti disponibili online, è frequente incorrere in questa problematica. Ad esempio, a causa di prodotti presenti in più categorie, oppure sia da ricerca libera che da filtro dei risultati, o peggio se si hanno schede prodotto comuni a più siti. Superfluo ricordare che la duplicazione del contenuto è ampiamente deprecata da Google;
  5. Indicizzazione delle schede prodotto: se l’e-commerce ha un’offerta di migliaia e migliaia di prodotti, ovviamente il problema più rilevante è ottenerne l’indicizzazione. Questo accade soprattutto a portali multimarca o con molte possibili combinazioni.

Per approfondimenti su questo argomento, potete consultare lo studio appena rilasciato da Pro Web Consulting: “5 errori SEO comuni sui siti di e-commerce”, presentato all’edizione 2016 dell’evento “e-Commerce meets Fashion in the Ticino Fashion Valley”, organizzato dall’associazione NetComm Suisse di cui siamo soci. Per scaricare il pamphlet completo, clicca qui!

E per tutto ciò che volevate sapere sulla SEO per e-commerce, ma non avete mai osato chiedere… inviateci la vostra richiesta.

About Author

avatar
Nato a Reggio Calabria, 30 anni, Head of SEO presso Pro Web Consulting, Agenzia SEO con sede a Chiasso (Svizzera). Mi occupo esclusivamente di SEO da 6 anni e di web marketing da più di 10 anni.

author posts

Loading Facebook Comments ...

Leave a Comment