[Guest Post] Addio GWT, Benvenuta Search Console di Google

Search Console
9 Giu

[Guest Post] Addio GWT, Benvenuta Search Console di Google

Altra novità per il colosso di Mountain View, un rename ha colpito lo strumento numero 1 per chi offre un servizio di realizzazione Siti Internet e SEO: la Search Console.

Un altro cambiamento colpisce i servizi offerti dalla grande G dopo quelle introdotte poco tempo fa con l’inserimento della label “Mobile-friendly”, la Search Console, infatti, cambia leggermente nella grafica ed aggiunge alcune funzionalità.

Vediamo meglio alcune di queste funzionalità.

    • Errori di scansione: questo tool mostra, se presenti, gli errori riscontrati durante la scansione del Vostro Sito: errori DNS, connettività e recupero robots.txt
    • Query di ricerca: una funzionalità che mostra in maniera semplice quelle che sono le visulizzazioni riguardanti il Vostro sito web, diviso in impression e click.
    • Sitemap: in questa sezione vengono mostrati, se inviata la sitemap, gli URL inviati ed indicizzati e, se presenti, gli errori generati.
    • Aspetto nella ricerca: si tratta di alcune linee guide, molto complete, per migliorare quello che è l’aspetto mostrato durante la ricerca del Sito senza dover apportare cambiamenti nel codice.
    • Dati strutturati: ci permette di individuare alcune problematiche strutturali nel markup utilizzato durante la stesura del Sito. Può servire per effettuare modifiche ed implementazioni.
    • Evidenziatore di dati: altra funzionalità che ci permette di comunicare a Google come abbiamo deciso di strutturare le pagine ed eventualmente intervenire.
    • Miglioramenti HTML: un ottimo strumento che individua se vi sono duplicazioni all’interno del Sito.
    • Sitelink: migliorare la sitelink, quando generata, migliora il CTR e la direzionalità del click nella giusta pagina già a partire dallla SERP. Genera alcuni link a pagine specifiche del Sito.
    • Statistiche di scansione: questo tool mostra tre grafici, uno verde, uno blu ed uno rosso in base all’andamento della scansione del crawler di Google.
    • Visualizzazione come Google: la funzionalità messa a disposizione da Google ci permette di simulare un accesso come se fossimo Google e generare un rapporto completo di url, data, tempo di download, server ma anche da quale tipo di dispositivo s’è fatta la scansione e così via. Offre altresì la possibilità di reinviare la singola url all’indice per velocizzare la scansione.
    • Tester file robots.txt: funzione rinnovata anche nella grafica.
    • Parametri URL: se non si ha piena facoltà dello strumento che si sta utilizzando lasciate a Google l’onere di decidere come usarlo. Strumento pericoloso.
    • Backlink (link in entrata): dopo l’aggiornamento Penguin, purtroppo si è riscontrato un parziale funzionamento di questo tool che permette di visualizzare i link in entrata da altri siti, cioè tutti quelli che bene o male parlano del Sito web in questione. Non vengono visualizzati elenchi di backlink completi quindi il nostro consiglio è di controllare che tutto sia effettivamente coincidente. Consigliamo l’utilizzo di tool appositi.
    • Target Internazionale: dal luglio del 2014 è possibile controllare il corretto markup multilingua ed eventualmente gli errori riscontrati.
    • Dispositivi Mobili: visto il costante ed in continuo aumento del traffico da Smartphone e Tablet, Google ha deciso di implementare la funzione di riscontro degli errori da Mobile mostrando per ogni pagine l’errore riscontrato.
    • Indicizzazione: cliccando su questa sezione potremo controllare la quantità di pagine e URL indicizzati, bloccate, rimosse e scansionate sfruttando la possibilità di scaricare un report in formato .CSV.
    • Keywords: bisogna destreggiarsi in una piccola jungla che Google dovrà sistemare ma che comunque mostra anchor text e keyword relative al Sito in questione.
    • Rimozione URL: la regola dice che per rimuovere url dalla SERP sia necessario agire sul robots impostando il disallow oppure impostando l’url in noindex tramite i metarobots però è possibile agire su questa funzione della Search Console per eliminare URL che creano problemi ma attenzione: se non si agisce su i primi due fattori elencati, la pagina riapparirà dopo circa 30 giorni.
    • Disawov: 301 cinese sul tuo Sito? Negative SEO? Blackhat link? Una soluzione c’è ma devi prestare molta molta attenzione. Puoi agire su questa funzionalità solo se ne sei effettivamente in grado. Il procedimento avviene in due passaggi:
      • Scarica il file con i link in entrata
      • Crea un file con i link che vuoi rinnegare e ricaricala su Google

Attenzione! Non troverai questo tools nella Google Search Console ma a questo link

Questo articolo è stato scritto da:

Kalistudio. Lieti di far parte del tuo Business.

About Author

avatar
Nato a Reggio Calabria, 30 anni, Head of SEO presso Pro Web Consulting, Agenzia SEO con sede a Chiasso (Svizzera). Mi occupo esclusivamente di SEO da 6 anni e di web marketing da più di 10 anni.

author posts

Loading Facebook Comments ...

Leave a Comment